LECCO – Forte di Fuentes: il 1600 torna a vivere grazie ai “Milites Armati”

0

Il Forte di Fuentes è una costruzione militare che si trova a Colico, a Lecco, un importante crocevia tra la Valchiavenna, la Valtellina e l’Alto Lario: luogo che vide protagonisti i dominatori spagnoli. La concreta testimonianza della loro presenza è documentata dai ruderi di quello che fu il Forte di Fuentes, situato alla sommità dell’ultimo “Montecchio” di Colico.

Forte di Fuentes

La costruzione iniziò il 25 ottobre 1603 e terminò il 11 giugno 1604, gli spagnoli non avevano ancora ottenuto il completo controllo dei valichi alpini, la paura per eventuali attacchi francesi fece prendere la decisione di costruire tale forte, voluto da don Pedro Enríquez de Acevedo, conte di Fuentes, governatore dello Stato di Milano per conto della corona di Spagna.

Il Forte era caratterizzato da forma stellare, con muraglioni continui in pietra locale, con ponte levatoio e due posti di guardia. All’interno si trovava la piazza d’armi, gli alloggiamenti delle truppe, la residenza del comandante, l’ospedale, i magazzini, la cappella, il forno ed il mulino. All’esterno era situato il cimitero.
Durante la Prima Guerra Mondiale, sulle rovine della vecchia struttura militare vennero posizionate due batterie di cannoni per artiglieria campale.

Il Forte di Fuentes rimase proprietà privata fino al 1988, quando venne acquistato dall’amministrazione provinciale di Como, che comprendeva anche Lecco, che effettuarono degli interventi per tutelare la struttura dal degrado.

Forte di Fuentes

In seguito a lavori di pulizia effettuati all’interno del Forte, sabato 2 giugno 2012, la struttura sarà protagonista di un viaggio indietro nel tempo. La compagnia “Milites Armati” di Milano proporrà una rievocazione storica di quello che doveva accadere all’interno nel 1600.

La giornata inizierà alle 10 con l’apertura al pubblico, alle 11 si terrà una dimostrazione di scherma, seguiranno duelli, ronde e servizio di guardia. Alle 13 ci sarà il pranzo e alle 16, nuovamente dimostrazioni di scherma e duelli. La chiusura della giornata si effettuerà alle 18.30.

La rievocazione storica si terrà nella Piazza d’armi, 100 metri per 20, sarà possibile visitare e osservare un accampamento rinascimentale, osservare i soldati che si affrontano nella scrima (scherma) medioevale. Inoltre ci sarà la possibilità di capire come vivevano, mangiavano e lavoravano i soldati del 1600.

Le guide del Museo della Guerra Bianca in Adamello saranno disponibili a fornire notizie storiche a chi fosse interessato, il prezzo del biglietto è di 5 euro, ridotto per i ragazzi, 3 euro. Per ulteriori informazioni www.fortedifuentes.it .