BRESCIA – Terremoto, nessun danno in Provincia. Aiuti arrivati a Mantova

0

Update 2 Due forti scosse hanno interessato quest’oggi la Pianura Padana causando numerosi disagi alla provincia e percepite distintamente dalla popolazione. Il sisma – recita il comunicato diffuso dall’assessorato alla Protezione civile di Palazzo Broletto – ha interessato la provincia solo di riflesso e non si sono riscontrati danni allo stato attuale. E’ terminato il tavolo di coordinamento tenuto presso la Prefettura di Brescia in cui i Vigili del Fuoco hanno dato riscontro di ventuno verifiche fatte.

Attualmente verrà chiusa una sola scuola a Buffalora per problemi preesistenti, mentre, su decisione sindacale, l’ufficio Scolastico provinciale comunica che verranno chiuse per motivi precauzionali gli istituti di Pontevico e San Gervasio. Per quanto concerne l’attività di Protezione civile della Provincia, è stato richiesto un intervento nella provincia di Mantova che tra le lombarde è quella che ha più risentito del terremoto. Le scosse registrate sono: una alle 9 di magnitudo 5,8 Richter, a profondità di 10,2 km e due alle 12,55 e 13 di magnitudo 5,3 e 5,1 Richter, con epicentro fra San Possidonio, Mirandola e Concordia (Mo).

La sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha ricevuto numerose telefonate da privati cittadini, scuole e aziende, disponendo l’intervento delle colonne mobili provinciali e di quella regionale per allestire due campi a Moglia e a San Giacomo delle Segnate per la prima accoglienza. L’intervento bresciano avverrà nel Comune di San Giacomo delle Segnate, dove verrà allestito un campo dalle Province di Brescia, Bergamo, Milano e Cremona. Alla Provincia bresciana spetterà il compito di coordinare le altre nella gestione del campo e di predisporre mensa e cucina. Il campo potrà accogliere circa 250 persone.

In prima battuta partirà questa sera, dalle loro sedi, un contingente di venti volontari (Gruppi dell’Arnica, Volontari del Garda e Malonno) e due funzionari. “La situazione è attentamente monitorata dagli uffici della Protezione civile” dice l’assessore Fabio Mandelli che tiene a precisare che non sussistono situazioni di grave disagio in provincia. “Per quanto concerne la provincia di Mantova è stato richiesto il nostro intervento per allestire un campo con altre province lombarde e per portare il nostro aiuto agli sfollati – ha commentato – sono in corso le verifiche da parte dei Vigili del Fuoco, poiché la situazione è molto delicata.

Il mio unico pensiero è per gli sfollati e le vittime di questo terremoto; vorrei come sempre ringraziare tutti quei Volontari che – conclude  Mandelli – come spesso accade, si sono resi immediatamente disponibili per intervenire nei comuni colpiti. Sono sicuro che l’intervento bresciano sarà anche questa volta di grande valore”. Per altri aggiornamenti bisognerà attendere un altro comunicato domani mattina alle 11.

Update 30-5 h 11 L’intervento bresciano si sta concentrando nel Comune di San Giacomo delle Segnate, dove da questa mattina è in allestimento un campo di prima accoglienza gestito dalle Province di Brescia, Bergamo, Milano e Cremona. Gli ospiti che hanno pernottato la scorsa notte sono circa 350.

Alla Provincia di Brescia il compito di coordinare le province nella gestione del campo e di predisporre mensa e cucina. Presente, in questa prima fase, un contingente di venti volontari appartenenti ai Gruppi di Protezione Civile dell’Arnica di Berzo Demo, Volontari del Garda e di Malanno accompagnati da due funzionari dell’ufficio della Protezione Civile Provinciale.

L’assessore provinciale alla Protezione civile che sarà presente domani mattina al campo di San Giacomo delle Segnate commenta così il primo giorno dell’intervento bresciano. “Il nostro sistema ha dimostrato come sempre grande efficienza. Infatti dalla richiesta di Regione Lombardia alla partenza dei mezzi della nostra Colonna Mobile sono passate pochissime ore. Questo grazie a una frequente esercitazione dei nostri gruppi e grazie alla grande volontà dei volontari bresciani.

“Mi comunicano dal campo che la prima notte è stata abbastanza tranquilla, il campo ospita oltre 350 persone sfollate  – conclude  Mandelli – nella giornata di oggi ci occuperemo di allestire la cucina, la stessa che fu montata a Paganica, cercando di aiutare la popolazione a superare questo tragico momento”.

Update 30-5 h 18 Nessun aggiornamento particolare dal campo allestito dalla Protezione civile a San Giacomo delle Segnate. In giornata è stata allestita la cucina e la tendostruttura per la mensa. Sono stati inviati ulteriori moduli durante la giornata, oltre alla cucina mobile; si tratta di un container frigo e dispensa (2 moduli), un autocarro gru, un container bagno docce (1 modulo), 2 tende gonfiabili, la tendostruttura per la mensa ed oltre 120 brande.

L’assessore conferma che sarà presente domani mattina al campo di San Giacomo delle Segnate. “Voglio andare a vedere di persona quali sono le necessità per poterle portare a conoscenza dei bresciani e attivare eventuali iniziative a favore dei terremotati. Inoltre è giusto sostenere i nostri volontari facendo sentire la vicinanza dell’amministrazione provinciale in questi momenti delicati”.

Aggiornamenti dal campo saranno trasmessi online sul profilo Facebook dell’Assessore o sulla pagina “Protezione Civile Provincia di Brescia” dove è possibile trovare notizie e novità dell’emergenza in corso.