BAGOLINO – Al Palazzo San Giorgio una sala permanente per Stagnoli

0

Antonio Stagnoli, nato nel paese valsabbino nel 1922, è un pittore e incisore, ha vissuto gli anni del dopoguerra e di quel periodo porta con sé la sofferenza e la forza espressiva di personaggi che attraverso la sua mano esprimono sensazioni ed emozioni quotidiane e a volte struggenti.

Incisioni e disegni a olio, pastello e china, un disegno semplice e un’arte essenziale ed espressiva. Nato a Bagolino, fa ritorno alla sua casa con una mostra permanente nel nuovo e ristrutturato Palazzo San Giorgio.

Dopo un anno di lavori, la nuova sede è pronta a ospitare la biblioteca, la Pro Loco e l’Ecomuseo. La ristrutturazione è stata finanziata dal Comune con la Regione Lombardia e la Fondazione Cariplo.

Il Palazzo è suddiviso in tre piani, al primo si trova la sala polifunzionale e quella dedicata all’esposizione delle opere di Antonio Stagnoli, donate alla Fondazione della Comunità bresciana.

Venerdì 1 giugno sarà inaugurato il Palazzo di Bagolino che ospiterà la mostra, alle 15  si aprirà la cerimonia alla quale interverranno lo storico e membro del Comitato Scientifico di partecipazione dell’Ecomuseo Valle del Caffaro Alfredo Bonomi, di Giuseppe Guizzetti presidente della Fondazione Cariplo, Giacomo Gnutti presidente della Fondazione Comunità Bresciana e Marco Vitale economista.