BRESCIA – Salute e colpe del venditore di macchine

0

In materia di infortunio sul lavoro, la Corte di Cassazione ha chiarito che la responsabilità per le lesioni procurate al lavoratore saranno considerate a carico del venditore del macchinario e non del datore di lavoro, nel caso in cui l’evento sia derivato da un sistema di sicurezza inadeguato del macchinario stesso.

Nello specifico la Suprema Corte, con la sentenza n. 18139 del 14 maggio scorso, ha specificato che il venditore di un macchinario, il quale risulti con evidenza privo dei basilari sistemi di sicurezza a tutela della salute dell’utilizzatore, risponde in prima persona delle lesioni procurate al lavoratore addetto all’utilizzo dello stesso.

Tale indirizzo della Corte di Cassazione viene, altresì, avvalorato dall’esperienza tecnica di un venditore professionista in merito ai requisiti legali dei prodotti oggetto di vendita.