BRESCIA – Il nuovo testo sull’apprendistato

0

Il D.Lgs. n.167/2011 (da qui in avanti T.U.) ha completamente riscritto la disciplina dell’apprendistato, abrogando tutte le norme che, in passato, regolavano l’Istituto.

Al di là di ogni considerazione sulla reale portata innovativa del predetto Decreto, non può non osservarsi che la nuova disciplina ricalca lo schema generale dell’apprendistato pensato dal Decreto-Biagi.

Innanzitutto, vengono confermate le tre tipologie contrattuali (apprendistato per il conseguimento del diploma professionale, professionalizzante e di alta formazione e ricerca); viene, altresì, ripresa una tecnica normativa volta, da un lato, a conferire alla contrattazione collettiva la regolamentazione puntuale del rapporto di lavoro e, dall’altro, a demandare alla normativa regionale i profili formativi dell’Istituto.

La tecnica legislativa del rinvio ha, tuttavia, determinato la non immediata e/o completa fruibilità del nuovo apprendistato da parte degli operatori, che, si ripete, dovranno attendere, per lo più, la regolamentazione collettiva e regionale.