BRESCIA – Canossa vince il concorso agro di Aib. Perlasca al secondo

0

Il quarto concorso agro alimentare caseario promosso dall’Associazione Industriale Bresciana è stato vinto dal Centro Formazione Professionale Canossa cui andranno 1.500 euro destinati all’acquisto di materiale didattico. Al secondo posto si è classificato l’Istituto Perlasca di Idro e al terzo il “Caterina di Medici” di Desenzano cui andranno rispettivamente 1.000 e 800 euro.

Alla prima delle tre scuole classificate verrà anche offerta la possibilità di uno stage a Formentera, nel periodo estivo con vitto, alloggio e stipendio, per due cuochi (maggiorenni) per l’intera estate, oppure per coppie di due per metà periodo che la scuola riterrà di indicare. Il concorso era iniziato nel marzo scorso e si è sviluppato con nove prove finalizzate a mettere in evidenza i migliori ragazzi che una volta terminati gli studi vorranno lavorare nel campo della ristorazione, o dell’hotellerie, settore che presenta ampi spazi di lavoro e anche compensi di buon livello.

“Obiettivo primario del concorso – ha detto Franco Gussalli Beretta, vice presidente di Aib per l’education – è quello di creare un rapporto diretto tra aziende e istituti scolastici per migliorare opportunità di lavoro e sostenere le scuole nelle loro esigenze. Un concorso che ha visto coinvolti anche i docenti con un mix di competenze che ha consentito di realizzare ricette proposte come manifesto delle peculiarità del territorio”. All’interno del concorso, cui gli studenti hanno risposto con passione ed entusiasmo, oltre all’esaltazione delle abilità specifiche, non è mancata la componente culturale: l’istituto Caterina De Medici ha, infatti, presentato la ricerca sulle piante spontanee di uso alimentare nella tradizione popolare, mentre curato dall’istituto Olivelli di Darfo è stato illustrato lo studio sulla Tradizione storica… da gustare, raccolta di vecchie antiche camune.

Sommelier di rango e maitre affermati hanno portato la loro testimonianza. Premi speciali, messi a disposizione da alcuni sponsor del settore, sono stati assegnati per il menù ideale agli allievi del Cfp Canossa,  dell’istituto Perlasca di Idro, Olivelli di Darfo e al Dandolo di Bargnano; un riconoscimento per il miglior allestimento di una tavola è andato all’Ipssar Mantegna di Brescia, per il miglior servizio vini ancora all’Istituto Dandolo di Bargnano e per il miglior servizio di sala di nuovo al Perlasca di Idro.