PERUGIA – In mostra i capolavori del ‘500 di Luca Signorelli

0

E’ stata inaugurata il 21 aprile scorso la bella mostra sul pittore Luca Signorelli che va ad aggiungersi al panorama artistico proposto, per i prossimi 4 mesi, da Perugia, Orvieto e Città di Castello. Luca d’Egidio di Ventura, vero nome del pittore nato a Cortona nel 1445, si formò nella scuola di Piero della Francesca dove iniziò subito una fortunata carriera che lo portò a dipingere nella Cappella Sistina in Vaticano, massimo traguardo per un artista del XVI secolo.

La Regione Umbria e il Ministero per i beni e le attività culturali hanno deciso di omaggiare questo maestro del Rinascimento con la mostra intitolata “Luca Signorelli: de ingegno et spirito pellegrino”, dislocandola in tre sedi differenti: alla Galleria Nazionale di Perugia, al Duomo e al relativo museo di Orvieto e a Palazzo Vitelli alla Cannoniera presso Città di Castello. Il visitatore può ammirare più di 100 opere, 66 delle quali di Signorelli, che offrono uno scorcio della pittura cinquecentesca in Italia. L’esposizione propone anche opere di Piero della Francesca, di Perugino e del Verrocchio, altro pittore che influenzò sicuramente l’arte di Signorelli.

I curatori Fabio De Chirico, Vittoria Garibaldi, Tom Henry e Francesco Federico Mancini, insieme a Civita, vera organizzatrice dell’evento, hanno allestito una mostra che ha il sapore di un piccolo tour umbro, nel quale si riscoprono veri capolavori rinascimentali, come il meraviglioso “Giudizio Universale” dipinto da Signorelli nella Cappella Nova del Duomo di Orvieto, tenuto addirittura in considerazione da Michelangelo durante la stesura del suo Giudizio nella Cappella Sistina.

La forza del pittore di Cortona dipende dalla teatralità e dal dinamismo dei soggetti che dipinge, tutti incorniciati da un disegno ben definito, molto caro ai pittori toscani e umbri, e dalle tonalità cromatiche opposte che, mescolate con un abile impostazione scenica, catturano e coinvolgono lo spettatore. L’allestimento innovativo della mostra è stato realizzato con l’utilizzo di materiale riciclabile, lampade a LED e teli fotovoltaici. Inoltre il visitatore trova due interessanti applicazioni multimediali, con le quali può accedere a tutte le informazioni di carattere scientifico e turistico. La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 26 agosto. Per altre informazioni si può visitare il sito www.mostrasignorelli.it.