APRICA – Slavine al Passo della Forcola, spavento e nessun danno

0

Piccoli brividi freddi hanno percorso ieri la schiena di alcuni automobilisti al Passo della Forcola, nel primo giorno di apertura del passo.

A un certo punto si è abbattuto sulla sede stradale uno scarico di neve che ha evitato per poco un’auto in salita da Livigno verso la dogana, dietro alla quale arrivavano altre auto. Una fila di diverse decine di vetture si è in poco tempo formata nei due sensi, in una giornata di traffico intenso per la maggior facilità di raggiungere la zona franca e fare rifornimento.

Il distacco, continuato per una buon quarto d’ora, sebbene in quantità via via più ridotta, si è verificato olttre i tre tratti di strada coperti da paravalanghe. Gli operatori, intervenuti abbastanza tempestivamente con una ruspa poiché già presenti per liberare la sede stradale nei giorni scorsi e rimasti con un mezzo sul posto, hanno confermato che quella è la zona più pericolosa.

Nessun danno (a parte quelli a un fuoristrada che ha tentato di superare dall’esterno il cumulo di neve e ha strisciato contro un muro) e solo un po’ di spavento.