Caro Nicolas…

0

Ma che avrai avuto da ridere? Avevi in pancia 200 miliardi di debito pubblico greco e te la spassavi dalle risate, alle nostre spalle, perché il Cav faceva bunga bunga con le olgettine.

Almeno lui – ammesso che davvero le pagasse – finita la serata le rimandava a casa loro. Tu, invece… che furbone sei stato.

Ma i nostri cugini d’Oltralpe ti hanno sgamato e adesso hai finito di fare quello che è “bello, bullo e balla bene”.

Il sobrio Hollande ti ha fregato il posto. In Grecia le cose si mettono davvero male e l’Europa comincia a interrogarsi se davvero valga la pena di lasciarsi prendere per fame dalla cancelliera tua amica per la pelle che – però – pare si sia affrettata a chiamare il vincitore per saltare sul carro socialista.

Non possiamo dire sia stato un piacere, caro Nicolas. Son certo che non andrai a stare malissimo ma comunque sia non ci mancherai. Un caro saluto anche a Carlà che si vergognava d’essere nata italiana.