BRESCIA – All’Aref le opere di Ermete Lancini, il pittore della novità

0

Domani, sabato 5 maggio alle ore 18, nella Galleria Aref di piazza Loggia in città, verrà inaugurata una mostra dedicata all’artista Ermete Lancini, nato a Brescia nel 1920.

L’esposizione, chiamata “A proposito di Ermete Lancini”, è curata da Roberto Ferrari, presidente dell’Aref, il quale ha riunito una decina di opere, che ripercorrono la breve carriera dell’artista fino al 1968, anno della sua morte a causa di un tragico incidente automobilistico.

L’artista è stato una delle figure più importanti nel panorama bresciano a partire dal 1945, in quanto propose delle novità pittoriche molto interessanti. Il neocubismo, presenza preponderante in quegli anni, non influenzò particolarmente Lancini, a differenza della maggior parte degli artisti a lui contemporanei.

Infatti, si focalizzò per di più verso la poetica espressionistica, cercando sempre un nuovo linguaggio figurativo e interrogandosi sul concepimento di uno stile innovativo. Il suo studio e il suo lavoro, testimoniati dalle opere, ma anche dai diari nei quali lasciava diverse annotazioni, fanno di Ermete Lancini una delle personalità artistiche più rappresentative nella Brescia del dopoguerra.

La mostra, voluta dopo la distruzione degli affreschi di Lancini presso la villa Cavallotti a Brescia, potrà essere visitata dal martedì alla domenica dalle 16 alle 19,30 fino al 10 giugno.