APRICA – Una serata di musica ad alta quota ricordando De Andrè

0

Nell’ambito del ciclo di conferenze “Sul sicomoro” organizzato da Insieme per l’Oncologia e l’Ematologia dell’alta Valtellina, domani sera, sabato 5 maggio alle ore 21, nella Sala Congressi del centro direzionale del paese, in corso Roma, si terrà il concerto “Baxaicò” (basilico in dialetto genovese) facendo un percorso musicale del compianto cantautore Fabrizio de André e riproducendo sul palco l’umanità sofferta del genovese.

Fabrizio de André

Lo spettacolo, con ingresso a offerta libera, è patrocinato dal Comune con altri sponsor e associazioni di volontariato e prevede l’intonazione di 19 brani, rigorosamente in dialetto, che hanno reso famoso de Andrè. I brani scelti fanno parte delle fasi musicali centrali e conclusive dell’autore più ricche di influenze e collaborazioni costruttive con musicisti e compositori.

Il suo percorso di rinnovamento si nota, per esempio, con “Crueza de Ma” negli anni Ottanta inciso interamente in genovese con sonorità etniche e mediterranee ancora inesplorate. Un’attenzione particolare sarà riservata all’album “Anime salve” con fasi ritmiche e percussioni che hanno legato un impianto musicale degno di nota con parole che arrivano al cuore.

Per l’occasione “I Baxaicò” proporranno diverse canzoni tra “A’ Dumenega” e “Dolcenera”, “S’I fossi foco” e “Bocca di rosa” e altre. Il gruppo è formato da Maurizio Zito alla voce, chitarra e armoniche, Christian Sgarella alla voce, tastiera, percussioni e fisarmonica, Silvia Villa per voce e percussioni, Sergio Merlino al basso e Marco Capra alla batteria e percussioni.