Ogni volta che s’incontrano ne pensano una nuova

0

Grandi decisioni in casa del governo. Per portare avanti la “spending review”  – i tecnici – sono ricorsi a un tecnico. E per studiare le forme di finanziamento ai partiti e ai sindacati, secondo l’articolo 49 della Costituzione, hanno nominato consulente uno che di finanziamento ai partiti – senza dubbio – se ne intende: Giuliano Amato.

Insomma il nuovo che avanza sotto il cielo della politica italiana.

Niente da dire sulle doti professionali di Bondi, che di mestiere fa proprio il risanatore di aziende. Ma sulla sua nomina da parte di altri tecnici qualche perplessità mi pare lecita.

E’ come se anche l’attuale governo non volesse assumersi in prima persona le responsabilità di tagliare la spesa nella pubblica amministrazione. Esattamente come i politici che hanno paura di non essere rieletti. Non vi pare una situazione comica? I politici nominano i tecnici al governo e loro nominano un altro tecnico.

Per non parlare di quel fenomeno paranormale che è Giuliano Amato, noto alle cronache politiche degli anni 80/90 – quelli della “Milano da bere” e dei socialisti ad accaparrarsi tutto l’accaparrabile, per intenderci – quando lui era il consigliere più ascoltato da Bettino Craxi.

Ma non era “abbastanza” ascoltato. Sì, perché lui l’aveva detto che non bisognava rubare, ma nessuno ci faceva caso. Era un po’ come il sor Francesco della Margherita. Tutti hanno rubato ma loro – in tanti anni – non se ne sono mai accorti.

Cosa volete farci: in certi casi l’ingenuità dei politici mi commuove ancora.

A casa, tutti a casa. Il tempo è scaduto e la gente ne ha piene le tasche. Ha voglia Monti di dire che gli italiani sono responsabili e hanno capito che l’unica soluzione ai mali d’Italia è la caccia agli “evasori forzati”.

L’unica soluzione per l’Italia è un ricambio generazionale della classe politica e delle forme di elezione e rappresentanza della stessa classe politica. Basta “pistolotti Istituzionali” ogni volta che devono trovare soldi per tappare qualche nuovo buco. Ma davvero pensano ci sia ancora qualcuno disposto a dar loro credito?