BRESCIA – Il Sistri 2012 al 30 novembre. Ok “misurato” dalle aziende

0

Le aziende non dovranno più pagare il contributo Sistri per il 2012 entro il 30 aprile: questo è il contenuto dell’annuncio del Ministero dell’Ambiente che, recependo in parte le istanze di Confartigianato, ne ha posticipato il versamento al 30 novembre.

“E’ un’innegabile vittoria per la nostra associazione – sottolinea il presidente di Confartigianato di Brescia Eugenio Massetti – ma nello stesso tempo una decisione che ci soddisfa a metà, perchè in una lettera inviata al Ministro Clini e firmata da tutti gli aderenti a Rete Imprese Italia ne era stata chiesta la soppressione pura e semplice”.

Il sistema di tracciabilità dei rifiuti continua, infatti, a rappresentare un motivo di preoccupazione per le imprese, a causa dei continui rinvii dell’operatività susseguitisi con cadenza regolare negli ultimi due anni. “Questo stato di cose – spiega il segretario di Confartigianato Carlo Piccinato – rende palese l’ingestibilità della situazione e la necessità di rivedere l’intero progetto. Il pagamento del Sistri fissato al 30 aprile era visto da tutte le nostre aziende come una vessazione ingiustificata, visto che tra l’altro avevano già versato le quote 2010 e 2011 senza riceverne alcun beneficio”.

Nel proprio comunicato il Ministero, invece della soppressione, conferma l’impegno da parte del Governo per rendere il Sistri un sistema più semplice e veloce per l’espletamento degli adempimenti ambientali, in particolare quelli in materia di rifiuti. “La nostra proposta – conclude il presidente Massetti – è invece quella di aprire un tavolo di confronto con il Ministro Clini per la realizzazione, con il contributo d’idee delle imprese, di un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti più efficiente ed economico di quello, inoperativo, varato nel 2010”.