MILANO – Guardie giurate sui trasporti. L’idea della Lega lombarda

0

Sui trasporti pubblici in Lombardia l’attività di controllo, identificazione e sanzionamento potrà essere svolta anche dalle guardie particolari giurate. Lo prevede un progetto di legge della Lega Nord presentato martedì 24 aprile al Pirellone dal consigliere regionale Alessandro Marelli.

“Credo che sul fronte della sicurezza – dice il consgliere – non dobbiamo rinunciare a ogni tipo di risorsa che possa rendersi disponibile, come una configurazione più ampia dell’attuale ruolo svolto dalle guardie giurate.

A livello regionale il loro impiego è disciplinato dalla legge n.4 del 2003, che riconosce già agli enti locali, ad esempio, la possibilità di avvalersi di questa collaborazione nell’attività di presidio del territorio. La nostra proposta consentirà l’impiego della Vigilanza Privata su metro, autobus e treni in Lombardia, con potere di accertare e contestare le infrazioni inerenti il trasporto pubblico locale.

Le guardie giurate potranno inoltre intervenire in caso di flagranza di reato e saranno per i passeggeri un punto di riferimento in ogni tipo di emergenza. La costante presenza di addetti alla sicurezza invoglierà certamente i cittadini a un maggiore uso dei mezzi pubblici di trasporto, con i vantaggi che ne conseguono in termini di minor traffico e rispetto dell’ambiente.”