BRESCIA – La pittura di Sam Francis in mostra. L’arte a stelle e strisce

0

E’ stata inaugurata l’altro ieri, sabato, nella Galleria Agnellini di Arte Moderna, la mostra “Sam Francis” che ripercorre le tappe fondamentali dell’artista californiano attraverso l’esposizione di una trentina di opere. L’autore, nato nel 1923 a San Mateo in California, dopo aver compiuto i primi studi in botanica, medicina e psicologia all’Università di Berkeley, nel 1943 partecipò alla seconda guerra mondiale come pilota dell’Us Air Force.

Durante uno scontro fu abbattuto e, precipitato nel bel mezzo del deserto, fu in seguito ricoverato per tre anni in ospedale, dove iniziò l’attività pittorica sotto forma di terapia. Ritornato in California si laureò in pittura e storia dell’arte e nel 1950 tenne la sua prima personale alla Galerie du Dragon. Iniziarono così le mostre, esposizioni e progetti che costellarono la carriera di Sam Francis, che divenne una personalità molto importante nel mondo dell’arte contemporanea. Si spense nella sua San Mateo nel 1994.

La mostra, curata da Dominique Stella, propone 34 opere dell’artista, partendo dagli anni ’40, con i primi gouaches e acquarelli, passando per gli anni ’50 e ’60 a Parigi dove il cromatismo pervenne a una nuova sensibilità, fino agli ultimi anni ’80 e ’90 durante i quali creò le composizioni asimmetriche. La poetica di Francis si basa sull’importanza assoluta del colore, elemento fondamentale dei suoi lavori e punto di partenza imprescindibile.

Sullo sfondo della tela, concepito come una finestra verso l’infinito, si percepisce l’interiorità dell’artista, che costruisce uno spazio astratto e soggettivo, come nel tachisme francese. Vicino anche all’action painting di Pollock per la gestualità della pittura, l’arte di Francis non si caratterizza affatto per la figuratività, in quanto la sua priorità è “lo spazio che si estende tra le cose”.

Elimina ogni figura, dipingendo solo lo sfondo che diviene inevitabilmente una piccola apertura dell’infinito che va oltre la superficie della tela. La pittura di Sam Francis risulta raffinata, sensibile e astratta, una continua ricerca che mira a scoprire fin dove può spingersi la profondità della superficie pittorica, sempre attenta al rapporto tra luce e colore. La mostra è aperta da martedì a sabato dalle ore 10 alle 12,20 e dalle 15,30 alle 19,30 fino al 14 luglio.