MILANO – Dalle nutrie minacce all’ecosistema. Una legge ad hoc del Carroccio

0

E’ stato presentato ieri, mercoledì, dal consigliere regionale della Lega Nord Alessandro Marelli un progetto di legge al Parlamento per combattere efficacemente l’emergenza nutrie.

“Il loro problema – afferma il lumbàrd – è diventato una vera e propria emergenza che va fronteggiata in maniera molto più decisa, anche sul piano legislativo con la modifica delle normative esistenti. La diffusione di questa specie sta causando gravi squilibri ecologici, con rischi per il mantenimento della regimazione delle acque e degli assetti idrogeologici.

La nutria, roditore che arriva a consumare fino a 2,5 kg di prodotto fresco al giorno, è in grado poi di arrecare gravissimi danni alle colture agricole, con evidenti costi per un settore messo a dura prova dalla crisi economica. Gravissimi anche i rischi per la salute.

La nutria può infatti costituire il serbatoio per la diffusione di diverse patologie, la più pericolosa delle quali è la leptospirosi, rispetto alla quale sono stati riscontrati casi di trasmissione sia ad animali di affezione e di allevamento sia all’uomo. Per risolvere questa situazione abbiamo ritenuto necessario predisporre un nuovo quadro giuridico, che possa consentire il raggiungimento di una totale eradicazione della nutria dal territorio.

Il PLP (progetto di legge al Parlamento) che abbiamo presentato equipara le nutrie alle specie quali le talpe, i topi e i ratti che non sono tutelate dalla legge 157/92 sulla protezione della fauna selvatica. In secondo luogo, la nostra proposta prevede che le Regioni possano predisporre piani per il controllo numerico delle nutrie, ovvero piani di bonifica con l’impiego di prodotti e mezzi selettivi, delegando le Province per la loro esecuzione”.