BRESCIA – Futuro dei musei, la salvezza può arrivare dai privati

0

Lunedì scorso 16 aprile, nella sala conferenze del Museo di Santa Giulia in città, si è tenuto un importante incontro, “Il futuro dei musei”, per discutere e presentare gli interventi più recenti e innovativi riguardo musei, pinacoteche e gallerie a livello nazionale. Al dibattito, promosso in occasione della XIV Settimana della Cultura, sono intervenuti l’assessore di Palazzo Loggia Andrea Arcai e il presidente della Fondazione Brescia Musei Fausto Lechi che hanno introdotto una questione molto importante: il contributo che i privati possono dare ai musei bresciani.

Come sappiamo, il settore culturale, come d’altronde tutti gli altri, sta attraversando un momento difficile a causa della grave crisi economica che affligge il nostro Paese. Per questo motivo Fausto Lechi ha sostenuto come i musei debbano ricercare e attirare sponsor privati, in modo da raccogliere finanziamenti che possano garantire il loro mantenimento e sviluppo, intitolando, perché no, sale espositive ai generosi donatori, prendendo come modello, con le dovute proporzioni, il Metropolitan Museum di New York.

Per sollecitare questa iniziativa, ha spiegato l’assessore Arcai, è stata depositata una proposta di legge alla Camera, che prevede di premiare con il credito d’imposta chi investe nell’ambito culturale, detraendo direttamente dalle tasse la somma donata. Questo discorso cade “a pennello” per quanto riguarda Brescia, in quanto l’inaugurazione della rinnovata Pinacoteca Tosio Martinengo si avvicina, proponendosi come occasione per rivolgere ai privati una campagna per adottare sale espositive.

L’assessore ha continuato parlando della riduzione del budget riservato ai quattro musei civici, che è sceso da 15 milioni nel 2010, ai 9 milioni di euro quest’anno. Infine, il Sopraintendente ai beni per Brescia, Mantova e Cremona, Andrea Alberti, ha voluto sottolineare che non tutto va ridotto a un discorso economico, perché il patrimonio culturale va mantenuto e gestito per farlo giungere alle generazioni future, curandolo sempre con impegno e soprattutto passione, che è la forza motrice in questo ambiente.