MILANO – Il “caso Mella” arriva in Regione. Marelli (Ln) vuole sapere di più

0

Un’interrogazione al Pirellone sull’inquinamento del fiume Mella è stata depositata ieri, mercoledì 11 aprile, dal consigliere regionale bresciano della Lega Nord Alessandro Marelli.

“Sono venuto a conoscenza dalla stampa locale – spiega il consigliere – che sabato 24 marzo si è verificata una moria di migliaia di pesci nel fiume Mella, facilmente riscontrabile in numerosi tratti del corso fluviale. Dalle prime valutazioni parrebbe che la causa di questa emergenza sia lo sversamento di sostanze chimiche derivanti da processi di lavorazione industriale, in particolare cianuri, rame e nichel.

Si tratta di un episodio di enorme gravità – continua Marelli – anche considerando che le acque del Mella vengono utilizzate per l’irrigazione di appezzamenti agricoli e che, in alcuni tratti del fiume, si svolgono competizioni di pesca sportiva proprio per la considerevole presenza di specie ittiche di pregio.

Mi sono quindi sentito in dovere di presentare un’interrogazione presso l’assessorato regionale competente con il preciso intento di capire quale sia la reale entità del danno, far luce sulle cause dell’evento inquinante e conoscere quali azioni verranno promosse per la tutela del fiume.

Dobbiamo evitare il rischio – conclude il leghista – di vanificare gli sforzi fatti in questi anni, anche dalle associazioni e dagli enti locali, per il miglioramento delle acque del fiume. Ritengo, infine, che i responsabili di questo scempio debbano essere individuati e puniti adeguatamente affinchè eventi del genere non si ripetano”.