GARDONE – “Avelon” nel progetto per i prototipi al “Giro d’Italia” in auto

0

Vetture prototipo impegnate sulle strade di tutti i giorni. Potrebbe essere fatto se si concretizza il progetto che coinvolge il team locale Avelon, intenzionato a schierare una o più vetture nel prossimo Giro d’Italia Automobilistico.

Il progetto coinvolge anche la Star Cars di Maurizio Pitorri. Il giro è previsto per il prossimo autunno, ma richiede grande preparazione per essere affrontato e soprattutto richiede di pensare molto prima a progetti che paiono impossibili.

“E’ tutto vero, Maurizio Pitorri che sta portando avanti il progetto per correre il prossimo Giro con la Wolf” affermano in casa Avelon Formula, importatori e distributori unici dei prototipi del marchio del Lupo. Anzi, in questi ultimi tempi ci sono stati diversi contatti con altri piloti interessati e tutto lascia presupporre che potrebbero essere più d’una le Wolf GB 08 al via da Torino.”

L’idea di vedere sulle strade della Penisola una o più vetture biposto costruite nel bresciano è assolutamente shoccante e decisamente inusuale. Per lo meno di questi tempi. Se vogliamo scomodare la storia delle grandi classiche degli anni Sessanta e Settanta, come la 1000 Miglia o la Targa Florio, era del tutto normale vedere in azione sui tracciati delle strade statali e provinciali le potenti e agili “barchette”.

Il dubbio a questo punto sorge spontaneo: come potrebbe transitare su strada una vettura nata per correre e vincere nelle gare in pista? “Stiamo lavorando in funzione proprio di quest’aspetto, ma non c’è alcuna trasformazione radicale in quanto la Wolf è concepita anche in funzione di una omologazione stradale per veicoli speciali: già avviene in Germania o Inghilterra, anche con i prototipi di altre marche. Dobbiamo solamente dotarla degli allestimenti necessari e poi è pronta per correre il Giro”. Quello che poteva essere solo il pensiero stupendo di un manager pare stia per diventare una seducente realtà.