BRESCIA – Novità sui contratti di lavoro

1

Con riferimento al contratto a termine, la Corte di Cassazione ha chiarito che può essere assunto a vita il lavoratore che eccepisce la nullità del contratto anche ad anni dalla scadenza dello stesso, in quanto risultano irrilevanti per configurare l’acquiescenza del dipendente il mero decorso del tempo e l’accettazione del TFR.

Nello specifico la Suprema Corte, con la Sentenza n. 5240 del 2 aprile scorso, ha precisato che la contestazione della nullità del termine può avvenire anche a sei anni dalla scadenza del rapporto e il giudice può stabilire il diritto al posto fisso del lavoratore; spetta al datore di lavoro dimostrare che la risoluzione del contratto è avvenuta per mutuo consenso.

1 Commento

Comments are closed.