VENEZIA – La vita creativa di Canaletto in mostra al Palazzo Grimani

0

E’ stata aperta l’1 aprile scorso, al sontuoso Palazzo Grimani, la mostra “Canaletto. Il Quaderno veneziano” promossa dalla Soprintendenza Speciale per il patrimonio storico, artistico e etnoantropologico e prodotta dall’Accademia di Venezia con la collaborazione di Save Venice Inc. L’iniziativa, curata dal direttore del Gabinetto dei disegni delle Gallerie dell’Accademia, Annalisa Perissa Torrini, presenta il prezioso Quaderno di schizzi di Canaletto, che viene mostrato e pubblicato per la prima volta.

L’antico e piccolo manoscritto è formato da sette fascicoli rilegati nell’Ottocento, ma che all’origine risultavano sciolti, tutti occupati dagli schizzi, appunti e disegni del più grande vedutista del Settecento. Possiamo così scoprire come il pittore svolgesse il suo lavoro nelle varie fasi di svolgimento, attraverso le annotazioni sui colori, sui paesaggi ritratti e riguardo ai materiali, all’uso della punta metallica, alle cancellazioni, al cambio di inchiostro e all’utilizzo, in certi casi, del righello.

Oltre al Quaderno sono esposti altri otto fogli dell’Accademia, sette della collezione Corniani-Algarotti e alcuni della Fondazione Cini. La mostra popone poi le trasposizioni pittoriche di alcuni disegni esposti, provenienti da Ca’ Rezzonico, dagli Uffizi e dal Castello Sforzesco, in modo di arricchire l’iniziativa veneziana. Del Quaderno veneziano è stato realizzato un fac-simile, con un saggio critico di Annalisa Perissa Torrini, un testo sulla camera ottica e documenti sulla vita di Canaletto, provenienti dall’Archivio di Stato di Venezia.

La mostra offre poi supporti audiovisivi e multimediali, come una versione digitale del Quaderno, ideata da Mauro Tarantino, che lo spettatore può sfogliare durante la visita. Il progetto sembra voler ripercorrere l’iter creativo dell’artista, tramite i suoi lavori che partono dal disegno progettuale, fino a giungere ai bellissimi dipinti che lo hanno consacrato alla storia dell’arte. La mostra rimarrà aperta fino al 1 luglio il lunedì dalle 8,15 alle 15 e dal martedì alla domenica dalle 8,15 alle 19,15 con l’apertura straordinaria del 25 aprile.