BRESCIA – E’ sesto il primo dei bresciani al 35° rally del Ciocco

0

Il 35esimo “Rally del Ciocco” ha visto partecipare alcuni bresciani in vesti diverse: navigatori, piloti e team. Cominciando dai primi, va segnalato l’ottimo risultato di Danilo Fappani, ancora una volta al fianco del giovane Simone Campedelli, che ha  ottenuto il sesto posto assoluto con la Citroen DS3.

Campedelli-Fappani al Ciocco

“Con un team e una macchina come la nostra, non potevamo fare che una grande gara” dice il navigatore salodiano. “Da come si erano messe le cose non sembrava un fine settimana positivo. Dopo la prima PS, nel trasferimento siamo rimasti senza freni e abbiamo affrontato la seconda prova con il solo freno a mano. Un’avventura incredibile e mai avuta. Abbiamo provato a riparare il danno con gli attrezzi di bordo, ma il sistema frenante era ormai privo di olio. Dopo che lo scorso anno non abbiamo avuto alcun danno, il problema meccanico è prevedibile arrivi prima o poi. In alcune prove abbiamo ottenuto tempi interessanti”.

Obiettivo dichiarato di Citroen è quello di vincere la categoria in tutte le gare e il campionato due ruote motrici. La regolamentazione ideata nel 2012 per il campionato junior “di fatto ci impedisce di vincerlo. La nostra vettura è più potente della concorrenza – ricorda Fappani – ma il fatto che ci vengano assegnati la metà dei punti è troppo penalizzante”. In testa al campionato junior si insedia quindi il pilota siciliano Andrea Nucita che corre con i colori della bresciana Vieffecorse a bordo delle Citroën C2 R2 Max “made in Brescia”.

“Il Campionato Junior vedeva al via ben diciassette equipaggi e cogliere un risultato di prestigio non era per niente facile: abbiamo lavorato bene e la classifica finale ci ripaga appieno” ricorda Roberto Buratti, direttore tecnico del Team bresciano. “Questa gara è servita a tutta la squadra per prendere le misure agli avversari e siamo certi che il prosieguo del Campionato ci riserverà tante altre soddisfazioni”.

Sempre sul fronte delle notizie positive, va segnalato il debutto nel campionato del duo Arici-Doria, portacolori della scuderia di Montirone New Driver Racing, alla fine quarti nel trofeo Renault Twingo, il trofeo maggiore del gruppo francese per il 2012. “Ci siamo girati in una prova speciale molto sporca, perdendo tempo prezioso” dicono i due all’unisono. “Ci siamo però presi una grande soddisfazione sulla PS di apertura del secondo giorno, segnando il miglior tempo di classe e l’11° assoluto, davanti alle Citroen C2 . Questo ci ha portato un punto suppletivo per il campionato”.

Unica nota stonata per i colori bresciani quella del duo Lussana-Libretti; il pilota era peraltro partito febbricitante alla guida della Skoda Fabia R2 del team camuno DP Autosport. Partiti all’attacco nella seconda tappa, un malinteso con il navigatore ha causato un’uscita di strada con la rottura del radiatore. Il prossimo appuntamento è per tutti il Rally 1000 Miglia dal 19 al 21 aprile.