BRESCIA – Thomas Lange al Diocesano. In mostra le opere sacre

0

Venerdì scorso 23 marzo è stata inaugurata la mostra dell’artista tedesco Thomas Lange, intitolata “Golgota” che, in occasione dei festeggiamenti pasquali, arriva al Museo Diocesano con una numerosa raccolta di nuove opere.

Thomas Lange, nato a Berlino nel 1957, si formò presso l’Accademia di Belle Arti di Berlino, nel clima culturale neo-espressionistico, proprio nel periodo della famosa mostra “Heftige Malerei” del 1980. Il lavoro dell’artista berlinese è quello di concentrarsi su un tema sacro, prendendo come modello i grandi artisti del passato, e reinterpretarlo attraverso uno stile pittorico nuovo, attraverso una pennellata aggressiva e potente. I soggetti religiosi vengono riproposti da Lange in un modo tutto personale: i colori, forti e vibranti, diventano un elemento fondamentale, l’immagine subisce un’alterazione anti-accademica e la materia pittorica risulta violenta e brutale nell’utilizzo di tecniche differenti.

Dopo le precedenti serie a tema sacro quali “La cacciata dal Paradiso” del 1998, “Il figlio perduto” del 2004, “Melodia apocalittica” del 2007 e “Vera Icona” del 2012, Thomas Lange presenta la sua ultima rassegna di opere a tema religioso, intitolandola “Golgota”, nella quale riflette sulla Passione di Cristo. Le immagini proposte si caricano di una profonda drammaticità che colpisce lo spettatore, facendogli provare emozioni divergenti.

Il direttore del Museo Diocesano, Giuseppe Fusari, ha sottolineato l’importanza di come la mostra offra la possibilità di confrontare le opere di Lange con quelle dei grandi maestri presenti nel Museo, attraverso un allestimento che fa dialogare i dipinti antichi con quelli contemporanei in un modo estremamente interessante e coinvolgente. L’esposizione bresciana è solo una parte del progetto generale, il quale si protrarrà per tutto il 2012 in diverse sedi, concludendosi solo nel 2013 presso il Museum Am Dom di Würzburg. Il catalogo, nel quale saranno inserite tutte le opere, i saggi critici e i vari allestimenti delle mostre, verrà pubblicato, in lingua inglese, tedesca e italiana, solamente al termine dell’iniziativa.

La mostra, nata in collaborazione con il Museo Diocesano di Würzburg, rimarrà aperta fino al 30 aprile dal lunedì al venerdì, escluso il mercoledì, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. L’ingresso è di 3 euro intero e 2 euro ridotto.