BRESCIA – La sfida di Fappani-Campedelli al Rally

0

Si apre oggi, giovedì 22 marzo, con la cerimonia di partenza del 35° Rally del Ciocco e Valle del Serchio, il campionato italiano di rally 2012. La rassegna si concluderà sabato alle 18 dopo aver disputato tredici prove speciali per un totale di 160,90 km. Tra i partenti anche diversi bresciani, a cominciare da Danilo Fappani, ancora una volta a fianco del giovane cesenate Simone Campedelli, per il secondo anno con la Citroen DS3 R3t Ufficiale di Citroen Italia.

Danilo Fappani

La vettura è gestita sul campo gara dal Team Procar e gommata Pirelli. “L’obiettivo – dice Fappani – è quello di bissare i successi ottenuti nel 2011, con il titolo Italiano Junior e Italiano due ruote motrici. Vincere è difficile, ma confermarsi lo è ancora di più, anche perché quest’anno con i nuovi regolamenti saranno avvantaggiate le vetture di categoria R2”. L’impegno del navigatore bresciano non si ferma al CIR. Infatti, durante l’anno sarà, sempre con Campedelli, impegnato nel ruolo di tester per Citroen Racing.

“Da inizio anno abbiamo già partecipato a due sessioni, una su terra e una su asfalto, nel sud della Francia – ricorda Fappani -. Parallelamente all’impegno in Italia, stiamo cercando di imbastire con l’aiuto di Citroen Racing e Procar, alcune partecipazioni nel Campionato Europeo di rally”. Un duo tutto bresciano è, invece, quello formato dal lumezzanese Davide Arici e dal bresciano Maurizio Doria che affronteranno il primo appuntamento del monomarca Gordini Renault New Twingo R2B. “Pagheremo lo scotto della ‘prima’ assoluta nel massimo campionato nazionale – ricorda Doria – ma proveremo a dire comunque la nostra perché siamo consapevoli delle nostre potenzialità”.

Rispetto all’auto dello scorso anno, ci sono molte differenze tra freni, motore e assetto. “Sarà la mia prima esperienza nel CIR – dice Arici – e sono ansioso di confrontarmi con i rivali: quest’anno saremo tutti piloti Under 28 e quindi il fattore esperienza conterà molto meno”. Con la Skoda Fabia del Team camuno DP Autosport saranno al via anche i giovanissimi Lussana-Libretti che hanno testato il mezzo al recente Ronde del Sebino. Per l’altra scuderia bresciana, Vieffecorse, l’impegno sarà doppio, con due Citroën C2 R2 Max testate recentemente sugli asfalti dell’appennino modenese.

Sia Giacomo Cunial, affiancato da Mattia Menegazzo, che Andrea Nucita, in coppia con Giuseppe Princiotto. “A dispetto della giovane età, i due piloti  hanno le idee chiarissime ed è un vero piacere lavorare con loro – ricorda Aldo Malchiodi, direttore sportivo del Team bresciano. Era presente, nell’inedita veste di tutor, anche Elwis Chentre, che ben conosce Citroën C2 e che ha dispensato ad entrambi i piloti utili consigli per sfruttare con la massima efficacia la tuttoavanti francese e le mescole che Michelin ci metterà a disposizione anche nella stagione 2012”.

Il meccanismo di assegnazione dei punteggi stabilito dalla CSAI per il CIR Junior di quest’anno permette alle vetture di Gruppo R2 di lottare ad armi pari con le più potenti vetture di Gruppo R3 e il team bresciano intende sfruttare al meglio questa opportunità.