BRESCIA – "Vieffecorse" e "Prandelli" verso il nazionale di rally

0

Anche il team “Vieffecorse” sarà protagonista nel Campionato italiano di Rally. Due i giovanissimi piloti con cui la squadra diretta tecnicamente da Roberto Buratti affronterà il campionato junior con le Citroen C2 R2 Max: si tratta del veneto Giacomo Cunial, affiancato da Mattia Menegazzo, e del siciliano Andrea Nucita, in coppia con Giuseppe Princiotto.

I piloti sono entrambi 23enni. Il primo, lo scorso anno è stato protagonista nel Trofeo Twingo Gordini di Zona B, concluso con la vittoria in ben tre classifiche (Under 23, comprensiva di tutte le zone, Under 28 e assoluta) dopo aver ottenuto tre vittorie di classe su sette gare disputate. Il secondo ha già cinque anni di attività alle spalle e lo scorso anno, al volante di una Renault Clio R3, ha guidato, con importanti vittorie di categoria sia al Ciocco che al Targa Florio, la classifica del CIR Junior fino all’ultima gara, cedendo il titolo al rivale di tutta la stagione, il cesenate Simone Campedelli navigato dal bresciano Danilo Fappani.

Per l’avventura nel CIR 2012, “Vieffecorse” si avvarrà nuovamente dell’importante supporto di Prandelli S.p.A., l’azienda di Lumezzane che da sempre accompagna con il suo marchio l’attività sportiva del team. Inoltre, anche quest’anno si affiderà alle coperture prodotte da Michelin, a conferma dell’estrema qualità del materiale e della fiducia reciproca che da anni costituisce la base della collaborazione tecnica tra la squadra bresciana e la filiale italiana della casa francese.

Riconfermata anche l’importante partnership con la piemontese Sparco per quanto attiene la componentistica e l’abbigliamento tecnico degli equipaggi. Il primo impegno dello “Junior Team” della compagine bresciana è in calendario tra sole tre settimane a Castelnuovo Garfagnana (Lu) con il 35esimo Rally del Ciocco, primo dei sei appuntamenti del Campionato Italiano Rally Junior: la gara toscana sarà preceduta da un’intensa sessione di test che permetterà ad entrambi i piloti di “familiarizzare” con la prestazionale “tutto avanti” francese allestita dai tecnici bresciani.