BRESCIA – Una torre medievale nel complesso di Sant’Eufemia

0

Nei pressi di viale Bornata è stata rinvenuta una torre medievale, i resti di una torre dell’epoca sono stati scoperti vicino alla Maddalena.

San Paterio

Ciò che resta dell’antica torre sono solo i muri perimetrali.La torre doveva essere alta oltre tre metri e larga due.

L’archeologo Alberto Crosato stava compiendo degli scavi e degli studi accanto all’ex monastero benedettino di Sant’Eufemia nei pressi del Museo della Mille Miglia.

La zona dove è stata fatta la scoperta archeologica è stata oggetto, nei mesi scorsi, di altri ritrovamenti, sono state rinvenute, infatti, alcune tombe.

Nel sito interessato fu costruita una chiesa molto grande, accanto alla stessa oggi è presente la chiesa di San Paterio.

Il complesso monastico di Santa Giulia è una continua fonte di scoperte e ritrovamenti, il Comune di Brescia, infatti ha intrapreso una serie di scavi nell’area situata dietro il cortile di San Paterio, luogo in cui è stata ritrovata la torre medievale.

I resti del complesso

Il complesso di Sant’Eufemia era una chiesa molto grande, l’attuale San Paterio era la navata centrale di un monastero ben più grande.

Risale al  1400 la decisione da parte dei monaci di chiudere la chiesa perché troppo esposta a rischi, il grande complesso fu trasformato in una chiesetta ancora oggi visibile.

Un ulteriore sito artistico ed archeologico si aggiunge al Complesso di Santa Giulia. Il Comune finanzierà gli scavi con lo scopo di incentivare il turismo e valorizzare  le testimonianze storiche e artistiche del territorio bresciano.