COCCAGLIO – Dopo la rapina, arrestati a Sarnico per l’obbligo di firma

0

Nella giornata di mercoledì 29 febbraio due 49enni coperti da un passamontagna e una berretta sono entrati in un’impresa edile, “Soluzione lavoro”, portando via 30 mila euro.

Sarnico

Armati di pistola e di uno storditore elettrico hanno compiuto il furto e poi sono fuggiti a bordo di una Scenic, intestata ad uno dei rapinatori.

Mentre salivano in auto, il titolare li ha visti, decisiva infatti la sua testimonianza in merito alla descrizione dei due uomini, che ha permesso di riconoscerli,  Ivano Pievani e Loredano Busatta.

Ignari delle telecamere, e della presenza del titolare dell’impresa durante la loro fuga, verso le 18 si sono recati in caserma a Sarnico per l’obbligo di  firma per i loro precedenti reati, una rapina proprio nel paese al confine con Bergamo.

I carabinieri,  li hanno fermati ed arrestati. In seguito, nell’abitazione di uno dei rapinatori hanno recuperato gli abiti con cui hanno compiuto il furto, 15 mila euro ma non hanno trovato la pistola.