ROMA – Cambio di “timone” alla Marina: il camuno Mantelli

0

Ieri, venerdì 2 marzo, presso il palazzo Marina, si è svolta la cerimonia per il passaggio di consegne tra l’ammiraglio di squadra Bruno Branciforte e l’ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, originario di Breno, in Valcamonica, che assume ufficialmente l’incarico di Capo di Stato maggiore della Marina militare.

Erano presenti il ministro della Difesa Giampaolo Di Paola, il Capo di stato maggiore della Difesa generale Biagio Abrate, l’ex ministro della Difesa Arturo Parisi, il presidente della Regione Lazio Renata Polverini e molte altre personalità. Tra loro, anche il sindaco di Breno Sandro Farisoglio, in rappresentanza del paese di origine di Binelli Mantelli (è nato nella cittadina camuna il 4 dicembre 1950).

Il nuovo Capo di Stato maggiore è ancora legato alla Valcamonica, dove è stato l’estate scorsa in visita privata, su invito dell’amministrazione comunale brenese. Sandro Farisoglio gli ha chiesto di tornare a Breno nei prossimi mesi per una cerimonia ufficiale, in cui gli verrà consegnata la cittadinanza onoraria. La risposta dell’emozionato Binelli Mantelli è stata naturalmente un “sì”.

Nelle prossime settimane, quindi, si avvieranno le procedure per conferire l’onorificenza, nell’attesa di conoscere la data della visita. “È stato un rito molto coinvolgente – afferma il primo cittadino brenese – in particolare il discorso di addio di Branciforte. Io ero con la famiglia di Binelli Mantelli, tra cui anche la mamma 90enne, che ha vissuto parecchi anni in Valle. Per lui organizzeremo qualcosa di speciale a Breno, per dimostrargli quanto siamo orgogliosi di averlo tra noi”.

AdamelloNews.com » Valcamonica