APRICA – Successo per il “Liberùn”, 230 in corsia sulla discesa

0

Successo al di là del previsto per la seconda edizione del “Liberùn” dopo l’annullamento dell’edizione 2011 causa maltempo. Quest’anno, nonostante la stagione non sia delle più nevose e da un paio di settimane faccia un caldo anomalo, la pista superpanoramica del Baradello era in perfette condizioni e ha consentito lo svolgimento di una discesa regolarissima.

Iscritti in 231, ne sono partiti un po’ meno, ma non ci sono stati problemi di tracciato, né brutte cadute. Apripista gareggiante d’eccezione è stato il sindaco e presidente del Bim Adda Carla Cioccarelli che ha coperto la distanza di oltre quattro km, con un dislivello di 800 mt, in 3′ 58″.85, quinta di categoria.

Una gara che “non è una discesa libera classica, non è un supergigante e non è ovviamente una competizione tra i paletti” come ha detto il presentatore Edoardo Cioccarelli al traguardo e ribadito l’ideatore Alberto Negri maestro di sci. Il “Liberùn” è una gara di discesa atipica, sia per il pendio – non difficile ma ugualmente abbastanza veloce – sia per la durata spaccagambe. Una gara così lunga che non infrequenti sono i sorpassi, vista anche l’ampiezza del tracciato.

Organizzato dalla scuola di sci Full Sky Aprica, l’evento, che è nato nel 2010 per ricordare la memoria del maestro di sci e operatore turistico Fausto Corvi, è stato dedicato anche a un’altra figura di maestro e animatore delle manifestazioni locali: Silvio Negri, scomparso anch’egli prematuramente quasi due anni fa.

I due migliori tempi sono stati fatti segnare da Luca Negrini del Reit Ski Team (2′ 54″.01) e da Marianna Moraschinelli (3′ 11″.57). Trofei, targhe ai primi tre di ogni categoria e premi a estrazione in abbondanza sono stati assegnati nel pomeriggio presso il centro congressi nel centro di Aprica.

LEGGI LA CLASSIFICA FINALE