GAVARDO – La musica di Baronchelli si presenta nel nuovo testo

0

Stasera, venerdì 2 marzo alle ore 20,30, nell’auditorium della chiesa locale, si terrà la presentazione del libro, curato dal maestro Ennio Bertolotti, “Gli inediti di Nestore Baronchelli”, pubblicato grazie al coro “La Faita” e il Comune.

Nestore Baronchelli nacque a Leno nel 1886 e dopo essersi spostato insieme alla famiglia, prima a Carpenedolo e poi a Salò, si sposò nel 1912 con Elisa Antonioli. Nel 1915 venne arruolato e spedito in prima linea dove rimase ferito e alla fine della guerra si trasferì a Gavardo, dove divenne direttore di banca. In seguito collaborò con le bande di Sopraponte e Polpenazze. Si spense nel 1965.

Il lavoro di Baronchelli viene presentato nel nuovo testo, diviso in due volumi, proponendo inediti recuperati nell’archivio del nipote Danilo Baronchelli, che contengono composizioni sacre, ma anche brani popolari per cori e bande (es. Vobarno e Polpenazze). Il testo quindi ci mostra un’altra faccia del compositore gavardese, che divenne famoso soprattutto per la sua produzione di carattere sacro.

Il coro “La Faita”, che ha pagato metà dei costi del libro, lasciando l’altra metà al Comune, organizza ogni due anni un concorso di composizione corale per musicisti, intitolato a Nestore Baronchelli. I due volumi dell’opera, intitolati il primo “Musica vocale profana a cappella” e il secondo “Musica vocale profana con accompagnamento”, sono introdotti da due importanti studiosi: Fulvia Conter, critico musicale del “Giornale di Brescia”, e Angelo D’Acunto, storico plurilaureato e Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana. Durante la serata di presentazione il coro eseguirà alcuni inediti del maestro pubblicati nei volumi appena editi.