VERONA – Zanetti riparte dalla Ducati. La nuova sfida si chiama SBK

0

Il campionato del mondo Superbike 2012, che scatterà il prossimo 26 febbraio a Philippe Island in Australia, vedrà al via, in sella ad una Ducati 1198 R con i colori del Team Pata di Castiglione delle Stiviere, anche il lumezzanese Lorenzo Zanetti, classe 1987 con sulla targa proprio il numero 87. L’amore per le sfide e una bella manciata di passione, schietta, genuina, per il mondo delle due  ruote.

Questo lo spirito che sorregge il Team Pata Racing, fondato nel 2010 da Remo Gobbi e suo figlio Marco, che per quest’anno hanno deciso di puntare sul pilota valgobbino. Lorenzo, portacolori del MotoClub Lumezzane, è  cresciuto in una famiglia dove si respira ancora intatta la passione per le corse e le moto. Sulle spalle del giovane valgobbino, con esperienza nel mondiale 125 e terzo, al debutto, nel mondiale Super Stock 1000 lo scorso anno, è riposta una grande fiducia.

Per tutta la scorsa stagione Marco Gobbi ha seguito con attenzione l’evolversi delle gare di Zanetti su cui ha deciso di puntare per il massimo campionato delle moto derivate dalla produzione di serie. La serietà con qui ha cominciato a prepararsi dopo aver firmato il contratto a metà dicembre, la volontà di non lasciare nulla al caso, fa capire come Zanetti non voglia lasciarsi sfuggire “il treno su cui sono salito per quest’anno. La Superbike è un grande passo, ma non potevo farmi scappare un’opportunità di questo genere. Sono cosciente che sarà dura, con Biaggi, Melandri, Fabrizio, Haslam, Ceka. Tutti piloti che fino a qualche anno fa seguivo in televisione, che erano i miei idoli e che ora dovrò affrontare in gara”.

Alla competitività del campionato e al fatto di utilizzare per la prima volta una moto così potente, va aggiunto anche che passare da dei fine settimana dove si affrontavano 200 km tra prove e gare, ad uno in cui saranno 700 i km da fare, non è cosa da poco. Negli ultimi anni Zanetti è cresciuto molto; nelle ultime 15 gare ha ottenuto ben dodici podi.

Quali le aspettative? “In primo luogo dovrò conoscere la squadra, partire con calma e fare esperienza. Durante la stagione poi punterei ad ottenere qualche significativo risultato. Sono molto contento di aver trovato delle persone che credono in me, è una grande soddisfazione. Cercherò di fare quello che mi riesce meglio: guidare una motocicletta e dare il massimo”.

Che la squadra sia tenuta in grande considerazione dalla Ducati è testimoniato dalla presenza dell’ingegnere Ernesto Marinello, che ha colto l’occasione di ricordare come il prossimo anno Ducati presenterà la nuova moto per il mondiale Superbike denominata «Panigale», che farà i suoi primi passi nella Superstock per poi nel 2013 essere impiegata nel campionato maggiore. Il mondiale superbike 2012 avrà quattordici appuntamenti da due gare ciascuno e le prove italiane dove seguire Team Pata Racing e Lorenzo Zanetti sono: 1 aprile Imola, 6 maggio Monza e 10 giugno Misano Adriatico.

Guarda la presentazione della nuova stagione