VALTROMPIA – Il commercio “ingrana” la sesta e vola verso il bando

0

La Regione Lombardia con la delibera n. 7730 del 24 luglio 2008 ha reso pubblico un bando per la promozione dei “Distretti del Commercio”; una buona opportunità per le attività commerciali che potevano ottenere contributi economici per la riqualificazione e ristrutturazione delle loro imprese, e per le Pubbliche Amministrazioni che potevano fare interventi per valorizzare lo spazio urbano e sostenere la competitività e l’innovazione delle imprese.

Secondo quanto stabilito dall’art. 4 potevano partecipare al bando i Comuni con una popolazione pari o superiore a 15 mila abitanti. Nel caso di paesi con numeri inferiori c’era la possibilità di aggregarsi almeno in tre costituendo il “Distretto Diffuso del Commercio”. Gardone, Sarezzo, Concesio, Villa Carcina e Bovezzo si sono costituiti proprio in questo chiamato “Itinerari commerciali della Valtrompia” e con Gardone come comune capofila.

Accogliendo l’offerta di consulenza per la stesura, la gestione e il coordinamento del progetto relativo al Distretto presentata dalla Società SAEF con sede a Brescia, il 26 gennaio 2010 si era tenuta la prima assemblea pubblica alla presenza di numerosi rappresentanti delle imprese commerciali operanti nel Distretto e, dopo aver raccolto una prima preadesione da parte delle ditte interessate, è stato realizzato il progetto complessivo  che è poi stato inviato alla Regione. Con la delibera n. 4562 del 28 aprile 2010 il progetto è stato approvato ed è stato riconosciuto un contributo di € 417.055,42 di cui €. 208.527,71 già pervenuti.

Il contributo è stato così suddiviso:

– a favore delle imprese del comparto commercio e delle associazioni locali che abbiano nello statuto finalità inerenti la promozione del commercio presenti sul territorio dell’area del Distretto: € 259.446,32;

– a favore delle Pubbliche Amministrazioni: € 137.609,10;

– per spese di gestione e coordinamento : €. 20.000.

Le imprese e associazioni che all’inizio hanno partecipato al Distretto del commercio erano 70. Successivamente 19 di queste a causa di problemi personali o investimenti non ammissibili hanno dovuto rinunciare a questa agevolazione. Ad oggi sono già stati liquidati gli interventi realizzati da 18 imprese per un importo complessivo (a fondo perduto) di € 67.880,07. L’importo liquidato copre il 42,45% della spesa imponibile sostenuta. Nei prossimi giorni si procederà alla liquidazione delle altre imprese che stanno ultimando la consegna della documentazione richiesta. A loro verranno erogati complessivamente € 75.234,24.

Rimanevano pertanto nelle casse dei contributi stanziati dalla Regione ancora € 65.413,40 e il Distretto in questi giorni ha aperto un nuovo bando per la loro assegnazione. Questo Bando scadrà il 10 febbraio e le domande dovranno essere consegnate all’ufficio protocollo del Comune di Gardone. I Comuni hanno provveduto ad avvisare le imprese e ad oggi sono già pervenute alcune richieste. Anche le Pubbliche Amministrazioni hanno presentato progetti di pubblico interesse che spaziano dalla manutenzione stradale alla riqualificazione dei centri storici, alla videosorveglianza, alla posa di fioriere, all’abbattimento di barriere architettoniche per un investimento complessivo di € 332.712,00.

Pur avendo già realizzato alcuni di questi interventi, non si è ancora proceduto alla loro liquidazione; i rappresentanti delle cinque amministrazioni hanno infatti deciso all’unanimità che la priorità nelle liquidazioni spettava ai privati e, alla fine, ai Comuni. Tra i vari compiti spettanti al Distretto c’è anche quello della sua promozione e delle realtà commerciali che operano in esso. In questo senso vanno interpretate le notti bianche e gli appuntamenti natalizi che nei mesi scorsi sono stati realizzati. Sono in corso in queste settimane alcuni  incontri tra i rappresentanti del Distretto e delle associazioni dei commercianti per stilare un calendario di iniziative comuni per l’anno in corso. Tra le varie forme di pubblicizzazione c’è stata anche la creazione di un logo.

Nel futuro in ogni Comune verrà installata anche una cartellonistica che dichiarerà l’appartenenza dello stesso al Distretto. E’ in fase di costruzione anche un sito specifico dove si potranno trovare tutte le informazioni relative alle iniziative e alle realtà commerciali ed è già attiva la pagina facebook. E oltre ai Comuni citati, compare anche Lumezzane. Infatti, come richiesto dallo stesso, e come previsto dal 4° bando regionale, il 7 ottobre scorso anche la Valgobbia è entrata a far parte del Distretto commerciale.

Il contributo stanziato a favore delle imprese con sede operativa a Lumezzane appartenenti al comparto della distribuzione commerciale, del turismo, dei servizi e alle associazioni locali che abbiano nello statuto finalità per la promozione del commercio è di € 50.000,00. Mentre il contributo stanziato a favore dell’ente comunale è di € 40.000,00. Anche in questo caso un importo di € 3.000,00 è destinato alla gestione e al coordinamento del Distretto. Il bando relativo ai contributi a fondo perduto a favore delle imprese commerciali è in fase di pubblicazione; durante un recente incontro pubblico è già stato espresso dai privati interesse in tal senso.

Scarica il bando e le modalità per partecipare