BRESCIA – L’antica Brixia Romana: il Capitolium nuovo polo turistico

0

I responsabili dei servizi archeologici dei Civici Musei e del settore edilizia monumentale del Comune, hanno presentato all’assessore alla Cultura Andrea Arcai e al sindaco Adriano Paroli il progetto che prevede la ristrutturazione e la valorizzazione del Capitolium.
Secondo quanto affermato dal Comune il progetto si concluderà nel 2013.

Capitolium

Brescia è ormai sempre più proiettata verso uno sviluppo turistico, attraverso la promozione, tutela e valorizzazione del patrimonio storico e artistico presente nel nostro territorio.

Il Capitolium o Tempio Capitolino, orgoglio bresciano, testimonianza romana nella nostra città, è situato nella Piazza del foro, lungo via Musei, offre il teatro e resti dell’antica città romana.

Ha subito numerosi danni nel corso dei secoli: nel IV secolo durante le invasioni barbariche un incendio lo distrusse e durante il Medioevo venne sepolto dalla frana del Colle Cidneo.

Il Capitolium venne ricostruito secoli più avanti, il Comune di Brescia e l’Ateneo si impegnarono affinché il tempio romano, parte integrante dei fori romani, testimonianza dell’antica Brixia Romana, tornasse a risplendere e valorizzare un tesoro di così grande importanza.

Nel 1823 vennero demolite le case popolari e il Giardino Luzzaghi, costruiti sul terreno al di sopra del tempio.

Nel 1826 furono ritrovati bronzi romani, e la celebre e stimata Vittoria Alata.

Il progetto, che per il 2013 darà una nuova luce al Tempio Capitolino, è stato finanziato dal Ministero per gli scavi e da Arcus spa per il restauro delle celle.

Capitolium

Conclusi gli scavi del Cortile interno e la pulizia delle colonne in marmo presenti nel Capitolium si procederà con la sistemazione delle celle.

Quando nell’ Ottocento venne ricostruito il Tempio e sistemata la Piazza del Foro, vennero ricostruite anche le celle.

Nel progetto attuale, si intende valorizzare al massimo il sito.

Si sta ancora decidendo come sarà strutturato  l’ingresso nella cella contenente gli affreschi, si teme per la loro sicurezza, la tutela dei quali risulterebbe forse compromessa con continui sbalzi di temperatura, questo aspetto è ancora poco chiaro poiché i responsabili stanno ancora attuando delle scelte al riguardo.

Non saranno toccati i pavimenti in marmo originali e la parte inferiore  delle pareti, saranno però aggiunti basamenti in bronzo per permettere ai visitatori di accedere al sito e consentire la visita senza danneggiare i pavimenti antichi.

Nelle celle, in quella di destra, sarà allestita una sezione didattica, mentre in quella centrale e di sinistra saranno posizionati alcuni pezzi, oggi esposti al museo di santa Giulia.

Dal 2013, il Tempio Capitolino sarà parte integrante e centrale dell’offerta turistica di Brescia, un maestoso Tempio romano ornerà la Piazza del Foro e ne sarà protagonista.