BRESCIA – Pensioni oltre 1.000 euro, no contanti

1

L’Inps, con messaggio n. 24711 del 30 dicembre scorso, comunica che, in base al comma 2 dell’articolo 12 della legge n. 214/11, l’Istituto non potrà effettuare pagamenti in contante di importi superiori a 1.000 euro a partire dal 7 marzo 2012.

In considerazione di ciò, l’Inps informa l’utenza che sono state inviate le comunicazioni ai soggetti che risultano essere titolari di pensioni con rata corrente pagata in contanti di importo complessivamente superiore a 1.000 euro. Nella comunicazione è indicata la possibilità di comunicare, entro il mese di febbraio 2012, le modalità di riscossione alternative, prescelte tra l’accredito in conto corrente, sul libretto postale o su carta ricaricabile.

La richiesta di variazione della modalità di pagamento può essere inoltrata attraverso il sito istituzionale da parte dei soggetti in possesso di Pin o direttamente a una Struttura Territoriale dell’Istituto. In alternativa, la richiesta può essere fatta presso gli uffici bancari o postali, secondo le consuete modalità.

1 Commento

Comments are closed.