BRESCIA – Architetture e testimonianze storiche: in prima linea!

0

Il Comune, con i molteplici interventi in programma e i vari progetti che annuncia di voler realizzare, dimostra di voler innalzare al massimo l’immagine di Brescia come importante città storica.

Palazzo della Loggia

Valorizzare e tutelare le testimonianze storiche presenti sul nostro territorio, per inserire Brescia tra le città turistiche d’Italia importanti e meritevoli  da visitare.

Luigi Vanvitelli progettò nel  1770 il frontone posizionato nella parte superiore del Palazzo della Loggia, oggi sede della giunta comunale di Brescia.

Tale frontone fu eliminato nel 1914 per ripristinare lo scafo in piombo che ricorda e riproduce la carena di una nave che fu distrutto dall’incendio del 1575.

L'antico frontone del Palazzo

In seguito all’incendio vennero distrutti tre dipinti di Tiziano contenuti all’interno del Palazzo.

Il Palazzo fu progettato nel 1492 e ultimato nel 1574, alla realizzazione parteciparono grandi architetti dell’epoca, come Andrea Palladio, Jacopo Sansovino e Lodovico Beretta.

Il frontone, una volta eliminato dalla facciata, fu collocato in un deposito in Via Rose.

Parco Tarello

In seguito alle recenti notizie relative alla riqualificazione e modica di Piazza Vittoria, Brescia non si ferma e procede con ulteriori cambiamenti alle architetture storiche della città.

L’Assessore Mario Labolani ha dichiarato che esiste l’intenzione di ricomporre il frontone che in passato decorava la facciata del Palazzo della Loggia e posizionarlo in un luogo pubblico ben visibile a tutti. Tra le proposte di collocazione compare il Parco Tarello, situato a Brescia due.

Accanto al Crystal Palace, in una zona di verde, tra i palazzi della zona più moderna della città, il parco

vedrebbe l’introduzione di un monumento storico, testimonianza della storia di Brescia.