BRESCIA – 2012 con l’aumento: è variato il tasso d’interesse legale

1

Dall’1 gennaio è aumentato il tasso di interesse legale, che passa dall’attuale 1,50 al 2,50%. La norma di riferimento è il dl 12/12/11 (Ministero dell’Economia e delle Finanze) pubblicato in G.U. del 15/12/11 e recante il n. 291.

Tale nuova misura del tasso di interesse, che ripetiamo è il 2,50%,  verrà calcolata per atti posti in essere dalla data del 1° gennaio in avanti. Ciò vuol dire che se l’atto da cui derivano interessi legali è precedente al 2012, il calcolo degli interessi è diversificato secondo i periodi di vigenza dei tassi stessi dell’epoca (dalla data di insorgenza del debito e fino al 31 dicembre 2011 il tasso applicato sarà l’ 1,50%, mentre dall’1 gennaio e per i giorni fino alla definizione sarà applicato il tasso del 2,50%.

Può essere utile, anche a solo titolo di opportuna conoscenza, ricordare le variazioni subite dall’interesse di interesse legale negli anni. Si è passati dal 5% dal 1942 fino al 1990; poi fino al 96 è andato al 10% per ridiscendare al 5 nel biennio successivo fino al 2,50% di inizio anni 2000; poi 1% nel 2010, 1,50 nel 2011 e ora 2,50%.

Una curiosità: per precisa disposizione normativa, la variazione del tasso di interesse deve essere pubblicata non oltre il 15 dicembre, pena la permanenza, anche per l’anno successivo, del precedente tasso. La variazione del tasso di interesse legale è strettamente legata sia al rendimento medio dei titoli di stato nell’arco di un anno e sia all’andamento del tasso di inflazione.

Abilitato a verificare e comunicare la variazione del tasso di interesse legale è il Ministro dell’Economia e delle Finanze e tale potere è attribuito dall’art. 1284 c. 1 c.c.

 

Dott. Raffaele Caratozzolo

1 Commento

Comments are closed.