ROVATO – Nuove scoperte a San Michele: la Chiesa affronta due restauri

0

Nuove scoperte nella Chiesa di San Michele.

Durante i restauri, avvenuti grazie alla collaborazione tra la soprintendenza e il Comune è stata scoperta una cisterna sotterranea sconosciuta.

A causa dell’umidità e delle infiltrazioni gli affreschi contenuti all’interno della chiesa rischiavano di essere danneggiati ulteriormente.

Sembra che la chiesa fu costruita su una piazzola druidica denominata “Castello delle streghe”, era un luogo di culto pagano, trasformato in chiesa nel periodo di Costantino.

Con i Longobardi San Michele divenne un loro luogo di culto, e sul piazzale esterno alla chiesa avvenivano scambi di bestiame.

La sovrintendenza ha eseguito i restauri interni mentre il Comune si è occupato del restauro dei muri esterni.

Affreschi di San Michele

La Chiesa, situata in cima al Monte Orfano è il fiore all’occhiello di Rovato, passeggiate ed escursioni portano molti a visitare la chiesa, posizionata in cime ad una collina che offre un’ottima vista a valle.

Una sola navata, un abside semicircolare, San Michele è tornata nuova e gli affreschi sono stati tutelati come è stato conservato un importante sito culturale della comunità rovatese.