SAREZZO – Cassonetti grigi: calotta e chiavetta per i rifiuti “registrati”

0

Anche nel paese valtrumplino sarà adottato il nuovo sistema che consente, tramite un software, di registrare la quantità annua di rifiuti prodotti da una famiglia.

Nel piano finanziario triennale dei rifiuti, presentato dal sindaco Massimo Ottelli, compare infatti il nuovo progetto che dovrebbe concretizzarsi entro il 2013 e che prevede l’installazione di una calotta sui cassonetti dei solidi urbani (indifferenziati) apribile soltanto tramite una chiavetta che sarà data in dotazione a ogni famiglia.

Lo strumento consentirà di aprire la calotta e di conferire, quindi, il sacchetto dei rifiuti. Tramite un sistema software sarà possibile registrare il numero di volte in cui l’utente scarica l’immondizia nel cassonetto. “Il nuovo metodo sarà graduale per abituare la gente alla cultura della raccolta differenziata che contiamo di portare dall’attuale 35 al 58% entro  il  2014”. Così annuncia la novità il primo cittadino. Non tutti i contenitori saranno sostituiti, dice il sindaco saretino, ma su una buona parte saranno installate le calotte.

Per ora l’unico comune valtrumplino che ha adottato questo sistema è Polaveno che già dallo scorso luglio ha dotato delle innovative calotte gran parte dei cassonetti posizionati sul territorio. “Ciò ha consentito – ricorda soddisfatto il sindaco Fabio Peli – di raggiungere il 38% di raccolta differenziata su base annua, mentre nei sei mesi di utilizzo del nuovo sistema ha toccato il 70%”.