SAREZZO – La caserma dei carabinieri si “muove”. I lavori da fine gennaio

0

Sembrava ormai una chimera la futura caserma dei carabinieri, i cui lavori sono fermi dal luglio 2008 per il fallimento dell’impresa appaltatrice.

Dopo numerose sollecitazioni da parte del sindaco Massimo Ottelli agli organi competenti e il blitz di Striscia la notizia, qualcosa si è mosso e nei giorni scorsi in Comune è giunta la buona notizia: i lavori riprenderanno il 24 gennaio. Così dice un comunicato del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, provveditorato interregionale delle opere pubbliche di Lombardia e Liguria, il quale informa di avere affidato l’appalto alla ditta Ceis Srl di Lodi in “via d’urgenza”.

Il primo lotto era costato 1,7 milioni di euro e per il secondo che dovrebbe completare l’opera serviranno ancora 300 mila salvo ulteriori aumenti dei costi sopravvenuti in questi anni. Nessun onere è, comunque, a carico del Comune che a suo tempo mise a disposizione un area di 2.600 metri quadrati in via Pianotti, sulla Sp 345, in una zona nevralgica di Sarezzo nei pressi dell’impianto semaforico per Lumezzane e Gardone.

Se tutto andrà come previsto (anche se permane ancora un  pizzico di incredulità e di scetticismo), ad opera finita sarà l’ottava stazione dei carabinieri presente sul territorio valtrumplino. Il progetto prevede la struttura recintata, uffici operativi, autorimesse, quattro alloggi per i militari e apertura al pubblico per buona parte della giornata. E’ previsto, inoltre, un organico complessivo di tredici agenti.

Un sogno che si avvera, dunque, dopo cinque anni e lo scheletro della struttura ben visibile per chi transita sulla provinciale si trasformerà in una bella palazzina cosi come previsto nel progetto iniziale. Una nuova caserma destinata a dare maggiore sicurezza ai cittadini.