GAVARDO – Al via “Campo Emmaus”. E l’Africa dice grazie

0

Il paese dimostra grande attenzione all’ambiente e all’ecologia con il progetto “Campo Emmaus”.

Sono quarant’anni che l’iniziativa coinvolge i ragazzi nella raccolta di materiale riciclabile.

L’oratorio San Filippo Neri ha dato inizio al progetto martedì 27 dicembre e durerà per tre giorni e come ogni anno il ricavato sarà devoluto in beneficenza.

L’idea è sempre organizzata nel periodo natalizio e sono circa 120 i ragazzi coinvolti. Il materiale viene suddiviso in appositi container destinati alla carta, al vetro, al ferro, agli elettrodomestici, al rame e all’alluminio.

Il sito in cui sono posizionati i raccoglitori è un piazzale dove i ragazzi si occupano della suddivisione.

L’occasione prevede anche il pranzo e la cena in oratorio, un momento da trascorrere insieme, un momento di preghiera, riflessione e aggregazione.

Quest’anno il ricavato sarà devoluto in Africa per il finanziamento di pozzi d’acqua nel Corno d’Africa.

La Valsabbia risulta essere molto attenta alla questione ecologica, come lo scorso mese si citava Prevalle per il suo impegno nel progetto “Rifiuti zero”. Un impegno reale per l’ambiente in vista di un mondo più sano e pulito.