BRESCIA – Cerqui e Linossi, una giovane coppia da “Eugenio Castellotti”

0

Alberto Cerqui e Francesca Linossi, due giovani bresciani emergenti del mondo dell’automobilismo, hanno ritirato dalle mani del presidente del Ferrari club di Brescia Luciano Dal Ben il premio “Eugenio Castellotti”, prestigioso e ambito riconoscimento a favore di chi si è distinto nel mondo delle corse automobilistiche.

“I due giovani rappresentano una gioventù sportiva che può essere d’esempio in uno sport, come quello automobilistico, che pur nel pericolo, è di fatto una grande scuola per l’educazione umana. Due giovani – ha ricordato Dal Ben – che hanno portato in alto la tradizione automobilistica bresciana”.

I due diciannovenni sono stati premiati all’unisono e non poteva che essere così: hanno cominciato insieme sul kart, hanno frequentato la stessa scuola, sono amici. Con Angelo Centola, grande appassionato di automobilismo sportivo e direttore dell’Aci Brescia che ha ospitato le premiazioni, a riconoscere l’importanza del premio ideato 15 anni fa erano presenti Bruno Longoni vicepresidente nazionale Csai, Gianpietro Belussi presidente del comitato organizzatore delle gare dell’Aci Brescia, Ettore Bonara patron del circuito di Franciacorta e Sandro Ghidini direttore sportivo della scuderia bresciana Mirabella Millemiglia.

Presenza non casuale quest’ultima, in quanto tutti i piloti bresciani che hanno ricevuto il premio in precedenza sono nati sotto le ali della scuderia. I due giovani premiati, più che anticipare il futuro per il 2012, hanno espresso le proprie speranze. “Il team Bmw Italia – ha detto Cerqui, campione italiano 2011 nella serie  Superstar e pilota ufficiale della casa bavarese – punta a una presenza nel mondiale turismo.

Ad oggi, però, i costi sono decisamente proibitivi e il mercato dell’automobile non brilla. In alternativa è pensabile un impegno nel campionato Gt, sempre per BMW”. Francesca Linossi, supportata dal papà Luciano, prevede invece un suo impegno nel campionato Gt con la Lambroghini Gallardo con cui ha disputato il finale di stagione 2011. “Per il numero di gare disputate e per i risultati ottenuti, e alla luce della loro volontà e determinazione, possono guardare con ottimismo alle loro legittime ambizioni – ha concluso dal Ben – ad impegni di più alto e qualificante livello nell’immediato futuro”.