GARDONE – Natale a teatro è dialetto: le feste con i “Caicì de Inzì”

0

Conto alla rovescia per l’appuntamento natalizio per eccellenza  che, da ben 32 anni, coinvolge le intere comunità di Inzino, Gardone e paesi limitrofi. E’ la commedia dialettale che ogni anno l’associazione culturale “I Caicì de Inzì” mette in scena sul palco del teatro di Inzino.

I caicì de Inzì

Il nuovo lavoro è una rappresentazione in lingua scritta dal bergamasco Pino Gaffuri e adattata in vernacolo bresciano dal titolo “Amur e gelosia i nass en compagnia”. Sono tre atti comico-brillanti che narrano la vita di città di una famiglia qualsiasi senza grossi problemi.

A un certo punto il solito “tran tran” quotidiano, alcuni gesti e parole assumono significati e interpretazioni diverse, tanto da attivare comportamenti che l’autore, pur nella tragicità morale dei personaggi, sa rendere piacevoli al pubblico. Sul palcoscenico avvenimenti di vita sociale fanno sorridere sia per il linguaggio semplice, popolare e figurativo sia per l’argomento (la gelosia) che viene affrontato con grande ironia.

Alla fine si evince che la gelosia è vecchia quanto il mondo e chi dice il contrario è impostore oppure non è innamorato. Come al solito nella rappresentazione c’è una morale. Per sapere come va a finire vale la pena di assistere alla commedia. Le prime due messe in scena sono fissate per il giorno di Natale e di lunedì Santo Stefano alle ore 20,30. Altre quattro repliche sono in programma per il 5, 6, 7 e 8 gennaio 2012. L’ingresso è di 6,50 euro per gli adulti, 3 euro per i ragazzi.