VALTROMPIA – Giovani “giornalisti” europei sul web fino al 2012

0

Si chiama “Youth Citizen Journalism” (tradotto “giornalismo cittadino di gioventù”) la piattaforma online lanciata in rete dall’istituto “Primo Levi” di Sarezzo dove nei giorni scorsi è stato presentato ufficialmente al pubblico il progetto europeo nato nell’ambito dell’anno del volontariato.

Il portale, che coinvolge l’Italia con Spagna, Germania, Irlanda e Danimarca, è stato realizzato da alcuni ragazzi disabili delle cooperative locali e straniere per condividere esperienze, informazioni e attività. Un vero e proprio giornale online, quindi, accessibile da un sito internet intuitivo (in inglese) dove compaiono i nomi delle cooperative partecipanti, i partners dell’iniziativa e tutti i contenuti che saranno sviluppati nei prossimi mesi. Nel caso nostrano, sono protagonisti alcuni ragazzi de “Il Ponte” di Villa Carcina e della “Futura” di Nave con uno staff editoriale di cinque persone ed educatori che li aiutano a gestire il materiale.

Nei prossimi giorni, infatti, sarà possibile leggere articoli, interviste, vedere foto e video amministrati proprio dai ragazzi e che saranno aperti ai commenti degli “esterni”. L’obiettivo, quando il portale sarà già entrato in circolazione, è creare un forum aperto a tutti in cui chiunque può commentare quello che è stato inserito. I ragazzi sono sembrati entusiasti di questa nuova esperienza che li farà diventare “giornalisti” imparando le tecniche del mestiere e sviluppando le capacità internaute. Ma l’attività si concentrerà soprattutto nel 2012 quando, in occasione della chiusura del progetto finanziato dall’Europa, i giovani delle cooperative saranno protagonisti di numerose esperienze.

Tra queste, un cortometraggio da girare con gli studenti della scuola superiore “Primo Levi” di Sarezzo che ha prestato loro l’aula di informatica dove hanno sviluppato il sito, una mostra fotografica e un concorso provinciale sul tema con lo Spazio Giovani della Piastra Pendolina e l’Informagiovani di Brescia e una giornata alla trasmissione radiofonica sul web ancora della Piastra Pendolina.

“Sono tutti ragazzi che hanno frequentato i corsi di formazione delle cooperative – dice Claudia Pedercini de “Il Graffio” di Gardone che sostiene il progetto – imparato a usare internet e i principali strumenti informatici per lavorare alla piattaforma. E’ un’esperienza originale che li aiuterà a condividere ciò che hanno imparato anche con chi vive fuori dai confini nazionali”.

Il momento più suggestivo, infatti, dopo il carico di lavoro che dovranno affrontare nel 2012, sarà la festa finale prevista tra maggio e giugno quando i partecipanti si troveranno insieme. Il portale, però, ideato nel marzo scorso, è ricco anche di contenuti ludici (gli European Quiz) in cui chiunque può cimentarsi con le capitali europee, fiumi e Paesi. I ragazzi non vedono l’ora di cominciare e tra di loro c’è chi parla lancia obiettivi: informazioni che i giornali non danno e soprattutto un portale istruttivo.