SAREZZO – Arredi delle Ande in mostra. Opera degli allievi di don Bosco

0

Si aprirà domenica 11 dicembre in via Repubblica 211 A, nel paese valtrumplino, “Arte e carità” la mostra di arredi e artigianato dalle Ande tra mobili in legno massello, oggetti artigianali e in pietra e vetro. Sono tutte opere eseguite sulle Ande Peruviane, nelle Missioni dell’Operazione Mato Grosso, dai giovani intagliatori e scultori peruviani della “Familia de Artesanos Don Bosco”.

Questi giovani sono scelti tra i più poveri delle vaste parrocchie e vengono accolti per cinque anni nella casa-scuola ed educati al lavoro, all’arte e soprattutto all’amore verso la propria terra e alla loro gente. Tutti i ragazzi, terminata la scuola, ricevono una cassetta con gli attrezzi con i quali guadagnarsi onestamente il pane e scegliersi la propria vita.

La “Familia de Artesanos Don Bosco” è formata da tutti i giovani che si fermano sulla sierra e hanno deciso di condividere l’insegnamento di padre Ugo, fondatore dell’Operazione Mato Grosso, di non pensare solo a se stessi, ma di aiutare la gente più povera, sostenendo i bisogni dei loro “caserios” (villaggi). Attualmente sono quasi 650 i giovani dislocati nelle attuali quattordici Familias de Artesanos.

E proprio questi mobili e oggetti chiedono per i poveri una speranza di vita più dignitosa per tanta gente. Tutti i mobili e arredi sono stati realizzati con lo spirito di gratuità che padre Ugo ha trasmesso con la sua vita accanto ai giovani e ai più poveri. Gli arredi e tutti i prodotti d’arte esposti sono in vendita e il ricavato sarà devoluto per l’Operazione Mato Grosso.

L’allestimento sarà aperto al pubblico fino al 9 gennaio il venerdì e la settimana precedente al Natale dalle 15 alle 19, il sabato dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19 e la domenica e i festivi dalle 15 alle 19. Rimarrà chiuso, invece, il 25 e 31 dicembre. Per altre informazioni si può contattare il magazzino di Sarezzo allo 030.802465 o visitare il sito internet dell’associazione don Bosco.

Guarda il video sui giovani allievi di don Bosco

Fonte: Don Bosco 3A