SERLE – Ancora caccia illegale in Valsabbia

0

Ulteriore denuncia a carico di un cacciatore illegale nel paese valsabbino. Il corpo forestale di Gavardo ha segnalato un uomo che aveva installato un roccolo illegale. Sono stati sequestrati 15 metri di reti utilizzati per la cattura di tordi e cesene.

Esemplare di tordo sassello

Oltre al roccolo, l’uomo è stato trovato in possesso di numerosi esemplari di uccellini in gabbia senza anello identificativo e altri conservati in freezer, forse per la vendita. Gli uomini del corpo forestale hanno sequestrato anche undici cesene, uno storno, venti tordi sassello e bacchettoni di vischio, strumenti per la cattura illegali.

Il bracconaggio e la cacciagione illegale continua nella nostra provincia, nonostante l’Operazione Pettirosso che vede Brescia come protagonista, ma gli strumenti di caccia fuori legge continuano a essere utilizzati e sequestrati e i loro proprietari denunciati. Strumenti di vera e propria tortura per gli esemplari di uccellini che vengono catturati, questo secondo gli animalisti che si scagliano contro i bracconieri.