VOBARNO – Un vivaio di canapa in casa, arrestati due fratelli

0

Due fratelli di Vestone, in crisi con la loro attività artigianale dedita alla pulitura di maniglie, hanno deciso di dare inizio a un’occupazione poco legale.

Pinata di canapa indiana

I carabinieri, dopo un’intensa attività investigativa, venerdì scorso hanno bussato alla loro porta nella frazione di Carpeneda. I due, di 43 e 46 anni, sono attualmente a Canton Mombello in attesa di essere interrogati.

Secondo le indagini, i fratelli valsabbini coltivavano circa trecento piantine di canapa indiana lungo l’intera casa, per l’occasione trasformata in un vivaio. Quattro le stanze occupate, perfettamente rinfrescate e illuminate secondo le regole, probabilmente conosciute su libri di agronomia.

Da sei, sette mesi i due fratelli portavano avanti questa attività, vendendo le piante con un guadagno di 3.500-4.000 euro a settimana. In seguito al ritrovamento di ricevute e solleciti di creditori, si pensa che la crisi finanziaria li abbia spinti a intraprendere questa occupazione nella speranza di potersi risollevare economicamente.