LUMEZZANE – Università e lavoro, dagli studenti il Lume mancante

0

In tempi normali, per gli studenti laureati trovare un lavoro senza passare da uno stage o un periodo di formazione è un’impresa e con la crisi economica questa situazione si rivela ancora più complessa. Ma da via Rosmini, in Valgobbia, arriva un’esperienza originale pronta ad estendersi a tutto il paese. Si tratta del “CvBook”, il database per gli universitari e le aziende locali realizzato dall’associazione di studenti “Il Lume della Ragione” di Premiano.

L’idea, nata per caso come semplice archivio storico e statistico dei ragazzi che studiano in via Rosmini e partecipano alle iniziative promosse dall’associazione, ora diventa pubblica e si apre a tutti gli studenti universitari locali, già laureati o ancora in carriera accademica e in cerca di un lavoro. Il portale informatico è accessibile al sito internet: entrati nel sistema, si può scaricare il curriculum disponibile sulla piattaforma, compilarlo con i propri dati e caricarlo sul web con le credenziali d’accesso fornite dall’associazione.

Il vantaggio del servizio, che è gratuito, è l'”anello” che congiunge gli universitari alle aziende e agenzie di collocamento. Sul sito, infatti, le imprese che cercano giovani da assumere possono pubblicare annunci di lavoro e, dopo essersi registrate, anche scegliere i profili più interessanti. Grazie ai filtri, le aziende possono esaminare i curriculum dei ragazzi per proporre loro uno stage iniziale o un lavoro che possa inserirli. Nei prossimi giorni, anche attraverso il Comune, il gruppo farà promozione del portale verso le attività produttive. E a questo proposito sul sito comunale potrebbe essere inserito il link collegato al portale.

Sul fronte del sodalizio, invece, a un anno dalla nascita sono 51 i tesserati che tutti i giorni entrano in via Rosmini per studiare e ripassare le lezioni, ma anche organizzare iniziative culturali e ludiche per fare “gruppo”. La nuova campagna di adesione (30 euro la tessera annuale) entrerà nel vivo nelle prossime settimane quando una ventina di nuovi iscritti in lista di attesa dovranno affrontare gli esami.