MARCHENO – Egidio Vivenzi è “tornato” a casa. Il militare morto nel 1945

0

Dal 4 novembre le spoglie di Egidio Vivenzi riposano nel cimitero del suo paese di origine. Il giovane soldato, morto in un campo di concentramento in Germania il 9 febbraio del 1945, è tornato a casa.

Fonte Bresciaoggi

La cerimonia di accoglienza si è tenuta nella sala consigliare del municipio alla presenza del sindaco Barbara Morandi, di altri suoi colleghi e numerose autorità civili e militari. Il corteo fino al monumento ai Caduti è stato accompagnato dagli alunni delle scuole elementari e medie.

Alla commemorazione, sotto una pioggia insistente, non sono voluti mancare i suoi tre fratelli ancora viventi: Giacomo 98 anni, Innocenza di 87 e Maria di 83, oltre ai numerosi famigliari del giovane che venne arruolato nel 1941 all’età di ventuno anni in Fanteria. Partecipò, quindi, alle campagne di Grecia e Albania.

Gli fu concessa una breve licenza durante la quale meditò di trasferirsi nei boschi coi partigiani; intenzione mai concretizzata e fu arrestato e condotto in un campo di concentramento in Germania dove morì. Sepolto nel cimitero militare di Francoforte sul Meno, viene traslato e riportato in Patria alla fine di Ottobre.

Il 4 novembre l’ultimo saluto e l’omaggio al sesto di dieci figli avuti da Giacomo Vivenzi e Caterina Zanardini. A seguire, la tumulazione nel cimitero di Marcheno con il saluto commosso dei famigliari e l’omaggio delle numerose delegazioni e di tanti cittadini marchenesi.