LUMEZZANE – Musica, teatro e tradizioni: all’Odeon “Vers e Us”

0

Nel 2000, alla nascita, si chiamava “I lumezzanesi all’Odeon”, ma la tradizione popolare valgobbina che si manifesta nella lingua, nei concerti e negli eventi di prosa ha solo cambiato il nome, non la sostanza di una rassegna diventata una vera e propria stagione e già iniziata sabato scorso con il “Concerto d’Autunno” della banda musicale di Sant’Apollonio.

Si tratta di “Vers e Us”, il palinsesto di serate con le associazioni culturali locali che, con il patrocinio dell’assessorato, propone temi quotidiani, a volte divertenti e altri più riflessivi, come la Giornata della Memoria di gennaio e lo spettacolo della “Cvl” sui risultati di un laboratorio di drammaterapia. In mezzo sono previsti altri tredici appuntamenti, due in più rispetto all’anno scorso, tra otto di teatro e cinque di musica tutti in programma alle ore 20,45 al teatro Odeon, tranne qualche eccezione.

Dopo il concerto di sabato, si va avanti il 19 e, in replica pomeridiana il 20 novembre, con il gruppo teatrale “Dedalo” che proporrà la commedia di tre atti in dialetto bresciano “Teodoro tignìt compàgn de l’oro”. Il 25 nuovo evento musicale con il Concerto di Santa Cecilia della banda di San Sebastiano e le majorettes. Procedendo verso Natale, il 18 dicembre “Le Rondini” metteranno in scena il “Natale sotto le stelle” per fare gli auguri al paese.

Il 2012 si aprirà il 21 gennaio con “Giupì e Brighela”, uno spettacolo della “S.R.” scritto da Egidio Bonomi e il 28 con “Brundibàr” del coro “Voci in Canto” e “All’Unisono” per la giornata della Memoria. Il 10 febbraio ci sarà una serata con le giovani band valgobbine, il 25 lo spettacolo “Il rifugio” del Gal e il 3 marzo un “Viaggio nei colori della saggezza” realizzato dalla casa di riposo. La rassegna va avanti il 10 marzo con i Fior.Di.Norvegesi, il 17 per “Il fantasma di Canterville” con la compagnia “PentaDramma” e il 24 per l’unica serata in torre Avogadro con le “Contaminazioni in torre” dove ci saranno musica, opere d’arte, una mostra di bonsai e letture recitate. Il 14 aprile andrà in scena uno spettacolo di “ColChiDea” e il 5 maggio calerà il sipario con “Apri gli occhi” della cooperativa sociale “Cvl”.