La morte del Sic

0

E’ morto facendo un lavoro pericoloso, ma aveva solo 24 anni. Simpatico, estroverso, combattente di rango ed erede designato di Valentino Rossi.

Questo era Marco Simoncelli, romagnolo di Cattolica, nato in riva al mare ma cittadino del mondo per questa professione pericolosa che ti fa ricco in breve tempo, se hai i numeri, ma che ogni vota che infili il casco ti invita ad intrecciare un duello con la signora della falce che – il più delle volte – ti vede vincitore. Ma quando perdi è la fine.

A Sepang per Marco è stata la fine. Quasi non si ci può credere – che sia andata così – vedendo il suo ultimo video postato sul suo sito, ripreso nella sua camera d’albergo, allegro e positivo come sempre.

Che le praterie del cielo ti permettano di correre ancora a lungo, agile e veloce come pochi talenti naturali sanno fare.